top of page
  • Cristina Maderni

Una vocazione sempre più internazionale

Corriere del Ticino 11 marzo 2019


CAMERA CON VISTA / CRISTINA MADERNI / Vice Presidente Cc-Ti, Presidente Ordine dei Commercialisti del Cantone Ticino, Presidente FTAF e candidata PLRT al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio


Chi non conosce da vicino l’impegno e le capacità dei nostri imprenditori può restare meravigliato dal fatto che il Ticino si sia ormai conquistato un ruolo rilevante nel commercio internazionale della Svizzera. Un ruolo certificato dai considerevoli volumi delle nostre esportazioni. Questo successo è dovuto innanzitutto a quello spirito imprenditoriale che negli ultimi anni, superando non poche difficoltà, ha saputo consolidare un’articolata diversificazione produttiva, raggiungendo al tempo stesso un elevato livello di specializzazione in molti settori. Ciò ha permesso alle aziende ticinesi di accrescere la loro competitività sui mercati esteri. Una vocazione internazionale delle nostre imprese sempre più spiccata che, come Cc-Ti, sosteniamo e promuoviamo con servizi mirati di consulenza, informazione e formazione che toccano tutte le problematiche dell’export, con numerose missioni economiche all’estero e con eventi Paese che portano a conoscenza degli imprenditori le opportunità di business su nuovi mercati. Con le aziende operiamo con la convinzione comune che l’economia di una minuscola regione, quale il Ticino, non può avere chances per una vera crescita contando esclusivamente sul ridotto mercato interno, ma solo intensificando gli scambi commerciali con gli altri Paesi. In poche parole, puntando su un’economia aperta che, oltre a garantire sbocchi commerciali per i nostri prodotti, facilita le interazioni con realtà produttive diverse, il confronto con sistemi economici, tecnologie, risorse e bisogni differenti. Una relazione che stimola ulteriormente l’innovazione delle nostre imprese. Tra internazionalizzazione e innovazione c’è infatti un rapporto molto stretto, come attestano numerosi studi. Se l’export incoraggia i processi innovativi, questi ultimi a loro volta permettono poi di accedere a nuovi mercati. Un circolo virtuoso che ha permesso al nostro cantone d’inserirsi in contesti di scambi commerciali sempre più ampi.


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Corriere del Ticino 21 novembre 2022 La Domenica del Corriere / Il mercato del lavoro e i salari del prossimo anno sono stati al centro di un vivace botta e risposta tra il presidente dell’AITI Olivie

Corriere del Ticino 27 agosto 2022 L’OPINIONE / CRISTINA MADERNI / deputata PLR in Gran Consiglio AVS è in pericolo! In assenza di un rapido intervento, i suoi conti sono destinati a registrare defici

bottom of page