top of page
  • Immagine del redattoreCristina Maderni

Il salario minimo pure per i distaccati

Corriere del Ticino 14 febbraio 2023


LAVORO


Al salario minimo cantonale ticinese in futuro dovranno essere sottoposti pure i lavoratori distaccati. È quanto ha stabilito ieri il Gran Consiglio con un voto all’unanimità (70 favorevoli e zero contrari), tramite il quale ha approvato il rapporto della Commissione economia e lavoro, redatto dalla deputata Cristina Maderni (PLR), su un’iniziativa parlamentare del Partito socialista (primo firmatario il capogruppo Ivo Durisch) e un’iniziativa cantonale del Centro (primo firmatario il presidente Fiorenzo Dadò).

Lo scorso anno, ricordiamo, le Camere federali hanno bocciato una mozione di Fabio Abate (PLR) che andava in questa direzione, spiegando che la competenza per tali decisioni spetta ai Cantoni.

Detto, fatto. Il Gran Consiglio ha voluto fare propria quella proposta, modificando l’articolo due della legge cantonale sul salario minimo, precisandovi che «sono sottoposti alla legge tutti i rapporti di lavoro, compresi quelli riguardanti i lavoratori e le lavoratrici interinali e distaccati, che si svolgono nel cantone».


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Burocrazia eccessiva, una deriva da frenare

Corriere del Ticino 05 ottobre 2023 L’eccesso di burocrazia è un veleno subdolo, dannoso per la società e per l’economia. Deriva da fattori complessi da correggere, quali la sovra regolamentazione, la

Comments


bottom of page